Blog di Urban Sketching e Disegno

Urban Sketching in Vespa in Oltrepò Pavese

L’autunno è arrivato, e non c’è periodo migliore per fare un giro sulle colline dell’Oltrepò Pavese, a due passi da dove abitiamo, per cercare ispirazione e fare un po’ di Urban Sketching (che per quanto mi riguarda è sempre meno urbano).

Questi ultimi mesi sono stati piuttosto intensi, e chiuso tra le mura di casa la voglia di disegnare si era affievolita. O meglio, il desiderio c’era, ma la mancanza d’ispirazione mi portava sempre a scegliere di leggere, ad esempio, piuttosto che disegnare.

Ho approfittato di questa gita con Eva per rimettere mano ai miei strumenti preferiti di disegno, ben sapendo che l’ispirazione arriva ogni volta che mi metto a viaggiare e contemplare il paesaggio.

La prima tappa del nostro giro è stata Cigognola, un piccolo borgo sulle prime alture dell’Oltrepò, con un castello che si staglia inconfondibile sul profilo delle colline.

Dal parco del paese c’è una splendida vista che si estende all’orizzonte. Sulla collina di fronte spicca una chiesa tra i vigneti della località Castagnara, nel comune di Pietra de’ Giorgi. L’ho scelta come soggetto del mio primo sketch della giornata.

Per mettere in risalto il soggetto in primo piano, ho lasciato lo sfondo molto vago, poco dettagliato e desaturato.

Il viaggio è proseguito sulle colline di Montalto Pavese, in sella alla Vespa noleggiata da Vacanze Pavesi, fino ad arrivare al Parco del Castello di Verde, un luogo perfetto per farsi un pic-nic in tranquillità, circondati dai boschi.

Pic-nic decisamente abbondante e autunnale, preso al Girasole di Travacò.

Con ottobre le giornate iniziano ad accorciarsi sensibilmente, il giro era ancora lungo e non ho avuto il tempo di fare un altro disegno prima di ripartire per la tappa successiva.

Tornando verso valle, ripercorrendo la stessa strada dell’andata, ci siamo fermati a degustare un paio di vini alla tenuta Conte Vistarino,a Rocca de’ Giorgi.

L’enoteca si trova di fronte a Villa Fornace, circondata dalle colline ricoperte dai vigneti, principalmente del vitigno Pinot Nero.

Villa Fornace è il centro della tenuta. Costruita nel 1700 sulle fondamenta di una vecchia fornace, da cui il nome, è un edificio che esternamente sembra piuttosto semplice, anche se imponente.

I colori della facciata e delle tegole si mescolano con le tinte autunnali dei vigneti, per cui si è subito candidata come soggetto perfetto per un disegno nell’attesa di ricevere i nostri calici di vino.

Purtroppo il tramonto ci ha sorpresi mentre eravamo intenti a sorseggiare i nostri vini, perciò ho dovuto rimandare la colorazione una volta a casa. Ne ho approfittato per creare un piccolo video time lapse.

Ed ecco quindi l’ultimo disegno della nostra giornata in Vespa, a fare Urban Sketching tra le colline dell’Oltrepò Pavese.

Newsletter e Commenti

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti del blog! Vi arriverà una mail al mese con gli ultimi post pubblicati.

Siete mai stati in Oltrepò Pavese? Quali sono le vostre mete preferite per cercare ispirazione? Scrivetelo nei commenti!

Questo post potrebbe contenere link di affiliazione. Per saperne di più

Precedente

Raid Pavia-Venezia, quasi come Porco Rosso

Successivo

Esercizi di pittura con le gouache

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi