Blog di Urban Sketching e Disegno

Categoria: Acquerello Pagina 1 di 3

Sketch di fari e scogliere a matita e acquerello

Ecco alcuni semplici sketch di fari e scogliere che ho fatto in questi giorni.

Questo tipo di paesaggio marino mi ha sempre affascinato, e lo disegno volentieri. Ogni faro racconta storie di navi, di capitani, di guardiani, di tempeste.

Insegnerò due lezioni di acquerello: a luglio con Sktchy

Sono stato contattato da Sktchy per tenere due lezioni di paesaggio a penna ed acquerello durante il loro 30 Places/30 Days.

30 lezioni di paesaggio a penna, acquerello, gouache e tecniche miste

Sktchy sta organizzando una serie di 30 lezioni di disegno e dipinto di paesaggioper il mese di luglio. Saremo 15 insegnanti e ognuno proporrà due paesaggi da ritrarre con le proprie tecniche preferite.

Gita al fiume Trebbia: dipingere sui sassi con le gouache

Durante una giornata al fiume Trebbia, in provincia di Piacenza, ho provato a dipingere il paesaggio su un sasso, utilizzando le gouache.

Dipingere un sasso con le gouache

Il risultato mi piace molto, devo solo trovare un supporto per tenere in piedi il sasso e usarlo come decorazione in casa.

Le gouache hannoa derito perfettamente al sasso, che ho raccolto da terra e lavato nel fiume per togliere lo strato di sabbia di cui era sporco.

Ho usato un Polychromos nero per tracciare il disegno sul sasso e per aggiungere le ombre degli alberi.

Prima di dipingere il sasso ho abbozzato uno schizzo su un foglio di carta.

Dipingere un sasso su un foglio con gli acquerelli

A fine giornata il sole del tramonto proiettava ombre lunghe sulle rocce, che ho cercato di catturare con un acquerello veloce.

Dipinto finale ad acquerello

Tra la prima e l’ultima pennellata l’ombra aveva completamente coperto la roccia che stavo dipingendo. Ecco perchè è importante fissare il prima possibile le ombre, e avere un riferimento anche quando, nonostante la nostra velocità di pittori, la luce cambia troppo in fretta.

Studio a matita

Newsletter e Commenti

Iscrivetevi alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti del blog! Vi arriverà una mail al mese con gli ultimi post pubblicati.

Avete mai provato supporti diversi dalla carta? Vi piace sperimentare nuove tecniche o seguite la tradizione? Scrivetelo nei commenti!

Disegnare un gallo nel pollaio, ad acquerello

I discendenti più prossimi dei dinosauri al giorno d’oggi sono gli uccelli.

Questa frase potrebbe essere falsa (d’altronde non sono nè un paleontologo nè un ornitologo), ma da quando si è scoperto che i dinosauri avevano penne e piume, tutt’a un tratto l’aspetto delle galline è diventato molto più minaccioso.

L’altro giorno ero al parco e ne ho approfittato per fare un’incursione al Jurassic Park locale, o pollaio che dir si voglia.

Dynamo Dream, disegnare la locandina di un film

Il 26 maggio è uscito Dynamo Dream, un cortometraggio pazzo di Ian Hubert (Tears of Steel), che ci ha lavorato nel tempo libero negli ultimi tre anni, condividendo nel frattempo diversi tutorial su come ha affrontato certe scene con il software 3D Blender.

Ho sempre apprezzato la sua estetica, e con questo lavoro ha dato il meglio di sè.

Dipingere una barca: il varo di Laguna

Sabato 22 maggio 2021 c’è stato il varo di “Laguna“, una barca di legno fatta a mano con una storia tutta particolare.

La storia del sandolo s’ciopon Laguna

“Laguna” è un sandolo s’ciopon veneziano costruito da Saul Hoffmann e Ioanna Moutousidi nel cantiere navale di Albaola, nei Paesi Baschi. Sembra che in tutto questo ci sia poco di veneziano, ma la storia è un po’ più lunga, ed è riassunta nel nome della barca.

Non essere pigro quando disegni

Mi sono detto questa frase ieri sera, mentre acquerellavo uno sketch che avevo iniziato nel pomeriggio.

Ero in Oltrepò, a Zavattarello, e mentre pranzavo in un prato ho iniziato a disegnare questo paesaggio. Pubblico la foto così come l’ho scattata per mio riferimento, non vuole essere bella:

Primo tentativo

Non avevo molto tempo a disposizione, quindi ho disegnato con il pilota automatico, affidandomi ai soliti tratti a penna, senza tanto impegno. Soprattutto senza ragionare molto su quello che stavo facendo.

Viaggio a Tremosine sul Garda

Dal 7 al 10 maggio sono stato a Tremosine sul Garda, un comune composto da 18 frazioni su un altopiano a strapiombo sul lago di Garda.

Lungo il viaggio di andata, mentre Eva guidava, ho provato a catturare i panorami dei posti che attraversavamo.

Tenendo in bilico sketchbook, acquerelli e contenitore dell’acqua sulle gambe, tra svincoli dell’A4, pause in autogrill e tornanti infiniti, ho creato un piccolo sotoryboard del viaggio di andata.

Urban Sketching nella campagna lombarda

Con l’arrivo di marzo mi sono finalmente deciso di riparare il pedale della mia bicicletta, e ne ho approfittato per godermi la campagna in compagnia di sketchbook e acquerelli.

La campagna lombarda della Lomellina non offre chissà quali panorami: Si tratta di un territorio completamente dedicato all’agricoltura, completamente pianeggiante, con nessun bosco degno di questo nome, se non a ridosso del fiume Ticino.

Un occhio abituato a scovare scorci interessanti, però, qualcosa da disegnare lo trova sempre.

Ritratti rubati, domestici e metropolitani

Tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 mi sono deciso ad affrontare i ritratti, soggetto che ho sempre considerato inavvicinabile.

Dopo essermi scaldato con la #meds100heads challenge, ho iniziato a riempire di ritratti un piccolo sketchbook. Sono sketch veloci rubati in metropolitana, pendolari che ho il tempo di disegnare nell’arco di una fermata della metro, prima che scendano o che vengano nascosti da qualche nuovo passeggero.

Devo ammettere che dopo aver preso confidenza con la struttura del volto, fare questi piccoli sketch è molto divertente.

Qui sotto ve ne propongo alcuni, tra di loro trovate anche uno studio di autoritratto (in blu), e un ritratto di Eva che disegna a casa.

Pagina 1 di 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén